I clienti possono effettuare un ordine tramite l’app o un monitor touch screen al ristorante e ricevere il loro pasto attraverso degli armadietti di vetro, riducendo cosi al massimo i contatti col personale

Mentre i ristoranti di tutto il mondo fanno fatica a rimanere aperti durante la pandemia di coronavirus, una catena di noodle di Tel Aviv “Go Noodles” offre un approccio friendly della pandemia: pasti consegnati senza contatto umano.

Il ritiro del pasto ordinato da Go Noodles in Ibn Gvirol

I clienti ordinano tramite un app o monitor touch-screen presso il negozio e forniscono il proprio numero di cellulare. Quando il loro pasto è pronto, ricevono un messaggio di testo con il codice a uno dei numerosi armadietti con i vetri che si trovano sulla parete posteriore del ristorante. Non ci sono menu, nessun cameriere e pochi rischi di contagio. I clienti possono ritirare gli ordini da asporto senza arrivare ai 2 metri da qualsiasi dipendente del ristorante.

Il virus provoca sintomi da lievi a moderati nella maggior parte dei pazienti, che si riprendono in poche settimane. Ma può causare gravi malattie o morte, in particolare nei pazienti più anziani o con problemi di salute di base. È altamente contagioso e sembra diffondersi principalmente attraverso le goccioline espulse quando le persone respirano, parlano o ridono. I ristoranti e i bar tradizionali rappresentano un rischio significativo perché i clienti si siedono in spazi ristretti e devono  rimuovere le maschere per mangiare e bere.

La crisi del coronavirus e i conseguenti blocchi hanno costretto molte piccole imprese e ristoranti a chiudere negli ultimi mesi. Il blocco a livello nazionale imposto a marzo ha portato il tasso di disoccupazione di Israele alle stelle a oltre il 25% e la ripresa è dolorosamente lenta. Gal ha dichiarato di aver inizialmente concepito l’idea per il suo noodle bar asiatico come un modo per ridurre i costi in un settore in cui i margini di profitto sono ridotti al minimo. Ma senza fine in vista per la pandemia, ha detto che il suo approccio alla ristorazione dovrebbe avere un ampio fascino.

“Le persone sono alla ricerca di meno contatti con gli altri “, ha detto Gal. “Penso che questa cosa abbia molto interesse e alla gente piacerà”.

 

Iscriviti alla Newsletter di Israele 360, clicca qui