Entro la fine dell’anno, 1.500 dipendenti prenderanno il posto in  quattro piani nell’edificio centrale di Tel Aviv Midtown

Il centro di sviluppo di Microsoft a Tel Aviv è destinato ad espandersi. L’espansione di Tel Aviv sta avvenendo parallelamente al completamento del nuovo centro del gigante tecnologico ad Herzliya. I dipendenti dell’azienda, che attualmente lavorano in uno spazio nell’edificio WeWork in Dobnov Street a Tel Aviv, si trasferiranno in uno spazio di 6.600 metri quadrati, occupando quattro piani, nell’edificio Midtown di WeWork entro la fine del l’anno. Il centro di sviluppo di Microsoft impiega attualmente oltre 1.500 persone, comprese quelle che sono entrate a far parte della sua recente acquisizione di CyberX.

La nuova struttura è stata progettata da WeWork su misura per le esigenze della divisione R&S di Microsoft Israele. Ospiterà centinaia di dipendenti del dipartimento di ricerca e sviluppo della sicurezza cloud dell’azienda, nonché del dipartimento Microsoft per le startup, dell’acceleratore di Microsoft e di Reactor, un nuovo hub tecnologico per gli sviluppatori. Inoltre, lo spazio sarà caratterizzato da uno studio per la registrazione di podcast, conferenze e sale riunioni, un laboratorio di innovazione, una caffetteria, un negozio di generi alimentari e altro ancora.

L’hub di Tel Aviv unisce iniziative simili in altre sei sedi globali, tra cui San Francisco, Sydney, Seattle, Redmond, New York e Londra. Microsoft for Startups offre supporto globale per le piccole aziende attraverso vari programmi. Il programma ScaleUp dell’iniziativa consente alle startup di accedere ai team dei prodotti, alla tecnologia e alla gestione dei processi di vendita congiunti di Microsoft.

L’acceleratore di Microsoft ha supportato più di un centinaio di aziende in avviamento. Recentemente è stato avviato un nuovo dipartimento di intelligenza artificiale per aiutare le startup israeliane focalizzate su obiettivi di impatto sociale, come protezione ambientale, accessibilità e salute, e basate sull’intelligenza artificiale.

 

Iscriviti alla Newsletter di Israele 360, clicca qui