Crisi del coronavirus: quali sono le nuove restrizioni?

Palestre e studi utilizzati per attività sportive o di danza sono chiusi * centri commerciali, saloni, zoo chiuderanno durante il fine settimana

Il gabinetto per il coronavirus si é riunito sino a tarda notte di giovedì per capire come e quando imporre un lockdown in vista del crescente numero dei contagi. La previsione é per il prossimo weekend (24/7). Una delle temi che ha causato un considerevole ritardo nella riunione é stata la discussione per la chiusura dei campi estivi ed altre istituzioni educative. Il ministro dell’istruzione Yoav Gallant si è fortemente opposto alla chiusura delle scuole a causa del pesante tributo che avrà sull’economia.

Su 700.000 studenti, solo 895 hanno contratto il coronavirus, ha riferito il Ministero dell’Educazione. Gallant ha accusato il Ministero della Sanità di non prendere decisioni basate sui dati, ma piuttosto “scelte intuitive senza fatti. Sono contrario a chiudere i campi. Se si decide di farlo, bisogna dare ai genitori almeno una settimana per prepararsi ” ha affermato Gallant. Il ministero delle finanze ha dichiarato che ogni giorno di chiusura dei campi estivi costerà al paese 300 milioni di NIS. Netanyahu ha dichiarato: “Stiamo facendo ogni sforzo per impedire un blocco completo. Stiamo lavorando secondo il ritmo del coronavirus e non abbiamo molte scelte. Questa non è una situazione normale. Questa non è una situazione che ci consente di prendere provvedimenti per alcuni giorni nella speranza che andrà bene. La malattia sta cambiando rapidamente e dobbiamo cambiare con essa. “

Il primo ministro ha avvisato che “i passaggi alternativi sono più duri e stiamo cercando di evitarli. Alla fine, potrebbe non esserci altra scelta che prenderli. Tuttavia, al momento, stiamo cercando di prendere decisioni rapide su cui possiamo concordare “.

Alla fine, il governo ha concordato un lungo elenco di nuove direttive:

A partire da venerdì alle 17:00

  • Palestre e studi utilizzati per attività sportive o di danza (ad eccezione di atleti agonisti) – chiuso
  • Ristoranti – da asporto e consegna
  • Caffetterie – solo ritiro
  • I ristoranti dell’hotel potranno continuare a operare con una capacità del 35%.

Restrizioni per il fine settimana (venerdì dalle 17:00 alla domenica alle 5:00):

  • Le spiagge saranno chiuse (a partire dal 24/7)
  • Negozi, centri commerciali, mercati al dettaglio, parrucchieri, saloni di bellezza, biblioteche, giardini zoologici, musei, piscine e altre attrazioni turistiche saranno chiusi

I negozi di alimentari, le farmacie e quelli che vendono articoli essenziali rimarranno aperti, così come i negozi di ottica e i negozi di riparazione di computer e comunicazioni. Inoltre, le piscine degli alberghi saranno accessibili solo agli ospiti

Saranno inoltre interessate le seguenti attività:

  • Riunioni – fino a 10 persone in spazi chiusi, 20 in spazi aperti (a partire da venerdì alle 17:00)
  • Accoglienza pubblica presso gli uffici governativi – ridotta (verificare sui relativi portali)
  • Uffici governativi: il 50% del personale lavorerà al di fuori dell’ufficio o verrà licenziato

Le decisioni sui campi estivi e altri programmi educativi saranno determinate nei prossimi giorni dal primo ministro e dal primo ministro supplente, in consultazione con i ministri delle finanze, della sanità e dell’istruzione.

Molti leader medici e politici hanno avuto reazioni negative a questo piano, tra cui l’Associazione israeliana dei medici di sanità pubblica, che ha affermato che la decisione é “priva di logica epidemiologica”. Il procuratore generale Avichai Mandelblit ha dichiarato ieri pomeriggio che ad oggi non è stato consultato in merito alla legalità del governo che annuncia un secondo blocco nazionale.

L’obiettivo delle nuove restrizioni è ridurre il numero di nuovi pazienti giornalieri a 400 entro il 31 agosto, ha dichiarato il capo del Consiglio di sicurezza nazionale Meir Ben-Shabbat, con l’idea che la situazione sarà valutata nuovamente alla fine dell’estate. Il ministero della Sanità ha dichiarato otti che 1.819 persone sono state diagnosticate con il virus nelle ultime 24h – uno dei più alti numeri di nuove diagnosi fino ad oggi. Su 29.504 test, il tasso di infezione si attesta al 6,2%.

Ci sono circa 26.000 persone che hanno contratto il virus, tra cui 213 che sono in gravi condizioni. 387 sono stati i decessi.

Dettagli a questo indirizzo:

 

Iscriviti alla Newsletter di Israele 360, clicca qui