Armi giordane risalenti alla Guerra dei Sei Giorni ritrovate al Muro Occidentale

Mercoledì scorso, una scorta di munizioni giordane risalente alla Guerra dei Sei Giorni è stata scoperta in uno scavo archeologico vicino al Muro Occidentale. Gli archeologi stavano studiando una cisterna d’acqua del periodo del mandato britannico sotto l’atrio del sito dei tunnel del Muro Occidentale, quando si sono imbattuti davanti alle munizioni giordane. La scorta di munizioni (nota come “chiazza di petrolio”) comprendeva 10 caricatori completi di mitragliatrici leggere di Berna, caricatori a molletta e due baionette di un fucile Lee Enfield britannico.

“Si tratta di munizioni prodotte in Gran Bretagna negli stabilimenti di Greenwood e Batley Ltd a Leeds, nello Yorkshire”, ha spiegato in un comunicato stampa l’esperto IAA Assaf Peretz, che ha identificato le munizioni. “Le munizioni furono prodotte nel 1956 e raggiunsero la Royal Jordanian Army.”

Armi simili sono state trovate un anno fa in una cisterna d’acqua diversa nelle vicinanze.

Barak Monnickendam - www.israele360.com

Barak Monnickendam – Direttore degli scavi

“Di solito, negli scavi, troviamo antichi reperti risalenti a una o duemila anni fa, ma questa volta, siamo stati testimoni degli eventi accaduti 53 anni fa, congelati nel tempo in questa cisterna d’acqua”, ha commentato il dott. Barak Monnickendam- Givon e Tehila Sadiel, che dirigono gli scavi. “Apparentemente, questa è una discarica di munizioni che è stata volutamente nascosta dai soldati dell’esercito reale giordano durante la Guerra dei Sei Giorni, forse quando l’IDF ha liberato la Città Vecchia. La cisterna d’acqua che abbiamo ritrovato  serviva le strutture residenziali del quartiere di Moghrabi, costruito nell’area di quella che oggi è la Western Wall Plaza. ”

Il sito sotto l’atrio dei tunnel del Muro Occidentale ha offerto risultati davvero unici. Alla fine del mese scorso, gli archeologi hanno svelato un complesso sotterraneo a più stanze risalente al periodo del Secondo Tempio offrendo uno scorcio sulla vita degli ebrei a Gerusalemme 2000 anni fa. La struttura si trova ai piedi di un importante edificio pubblico di epoca bizantina.

“Insieme ad altre gloriose scoperte del passato della nostra nazione dal periodo del Secondo Tempio, siamo anche felici di aver scoperto oggetti della guerra di questa generazione passata per restituire il cuore della nazione ebraica ed essere in grado di aggrapparsi alle pietre del Muro Occidentale”, ha commentato la Western Wall Heritage Foundation. “Questa scoperta è per noi un privilegio: poter riconoscere i miracoli del Creatore dell’Universo in questo sito.”

 

Iscriviti alla Newsletter di Israele 360, clicca qui