Gantz: a metà ottobre inizieranno i test sull’uomo per il vaccino contro il coronavirus fatto da Israele

Il vaccino in questione é  sviluppato in gran segreto nell’Istituto per la ricerca biologica del ministero della Difesa e si è già dimostrato efficace sugli animali

Un laboratorio nazionale israeliano inizierà a testare il suo vaccino contro il coronavirus su soggetti umani a metà ottobre, ha annunciato  il ministro della Difesa Benny Gantz.

Gantz ha fatto le osservazioni a seguito di una visita al segreto Istituto per la ricerca biologica del ministero della Difesa a Ness Ziona, dove é stato informato dei recenti “progressi nello sviluppo del vaccino e degli anticorpi per il coronavirus”, ha detto il suo ufficio.

Secondo il ministro della difesa, i primi test sul vaccino sono stati promettenti, consentendo prove sull’uomo. “Dovremmo iniziare i test sulle persone dopo le festività”, ha detto Gantz, “questo sarà fatto in coordinamento con il Ministero della Salute e secondo i protocolli necessari in termini di sicurezza medica. “

Prof. Shmuel Shapira – direttore dell’Istituto per la ricerca biologica

Il direttore dell’Istituto per la ricerca biologica, il prof. Shmuel Shapira, ha affermato di ritenere che il vaccino ha avuto successo.  “Abbiamo un fantastico vaccino. Ci sono processi di regolamentazione che il vaccino deve attraversare per rispettare il calendario che abbiamo stabilito. Inizieremo dopo le feste con test di sicurezza ed efficienza, ma abbiamo il prodotto nelle nostre mani “, ha detto Shapira.

Gantz ha elogiato gli sforzi dell’istituto: “voglio esprimere i miei ringraziamenti, prima di tutto, al personale del ministero della Difesa e al personale dell’istituto che stanno facendo un lavoro fantastico”, ha detto.

 “Proprio come nell’IDF ci sono unità d’élite che sfondano e aprono la strada – tu sei l’unità di ricognizione dello Stato di Israele nel Ministero della Difesa nel campo dei vaccini. Sono al tuo servizio e ti chiedo di coinvolgermi in qualsiasi questione per cui posso aiutarti “, ha detto Gantz.

Il mese scorso, secondo quanto affermato da Channel 12 é stato riferito che l’istituto ha fatto progressi significativi sul vaccino, raggiungendo quasi il 100% di efficacia negli animali. Il vaccino in fase di sviluppo è alla pari in termini di efficacia con un vaccino sviluppato dalla società di biotecnologia statunitense Moderna, secondo il rapporto TV. A giugno, Israele ha firmato un accordo con Moderna per il potenziale acquisto del suo vaccino contro il coronavirus se si rivelasse efficace.

A differenza dei vaccini sviluppati all’estero, il vaccino domestico verrà prima consegnato ai cittadini israeliani, ha aggiunto. In caso di successo, ci si aspetta  che fornisca protezione contro la malattia con una singola dose. Sebbene non abbia ancora avviato sperimentazioni sull’uomo, l’istituto si stava preparando a produrre da 10 a 15 milioni di dosi, afferma il rapporto.

A giugno, l’istituto ha annunciato di aver completato con successo i test sui roditori. In un documento pubblicato sul sito web di bioRxiv, un archivio online di documenti che non sono stati ancora sottoposti a revisione paritaria, l’istituto ha affermato di sperare di avere un vaccino finito entro un anno, o forse anche prima.

 

Iscriviti alla Newsletter di Israele 360, clicca qui